&nsbp;

Articoli e News

12 NOVEMBRE
Interessante articolo sui griffoni, a cura del presidente del ccc sig. p:condò


Griffoni belgi

GRIFFONE DI BRUXELLES, GRIFFONE BELGA E PICCOLO BRABANTINO
Come eseguire gli incroci.

......----

Chi sono i Griffoncini? Sono straordinari cani da compagnia: hanno un’espressione quasi umana e molto accattivante, si affezionano al loro padrone in modo eccezionale diventando compagni unici, fedeli e molto esigenti in termini di affetto attenzione. Vivono molto bene in casa con la famiglia e si sanno rapportare educatamente con gli estranei. Ma i Griffoncini non sono “solo” animali da compagnia: sono svegli, attenti, coraggiosi ed hanno un carattere forte e indipendente: la loro risolutezza li rende affidabili anche come cani da guardia, nonostante siano di ridotte dimensioni.
La prima cosa da sapere per avvicinarsi a queste razze è che si tratta, appunto, di tre razze differenti (FCI Standard n° 80/05.05.2003 per il Griffone di Bruxelles; FCI Standard n° 81/05.05.2003 per il Griffone Belga ed FCI Standard n° 82/05.05.2003 per il Piccolo Brabantino).
In ogni caso le tre razze hanno un’origine comune. Tutte e tre discendono da un piccolo cane a pelo duro (lo Smousje) che, nei secoli scorsi, era tipico dell’area intorno a Bruxelles. Durante l’ottocento incroci con King Charles Spaniel e Carlini fissarono il tipo attuale. In origine i Griffoncini venivano allevati come cani da guardia per carrozze e per tenere lontani i topi dalle scuderie: da qui il loro piglio fermo e deciso. Nel corso del ‘900 si diffusero notevolmente, grazie anche alla passione della regina del Belgio, Marie Henriette.
Le differenze tra le razze concernono il mantello, sia come qualità che come colore.
Il Griffone di Bruxelles e il Griffone Belga hanno pelo duro con sottopelo. Dallo standard FCI “il pelo è naturalmente duro, leggermente ondulato, non arricciato, ma toelettato. Il pelo deve essere sufficientemente lungo per permettere di apprezzarne la struttura. Un pelo troppo lungo nuoce alla silhouette e non è ricercato. Un pelo serico o lanoso è un grave difetto”. Il Piccolo Brabantino ha il pelo corto (massimo due centimetri), ruvido, adagiato e brillante.
Il Griffone di Bruxelles ha pelo rosso, rossastro; un po’ di nero è tollerato all’acconciatura della testa. Il Griffone Belga invece è nero o nero focato con focature nette e di colore acceso. È ammesso che il nero sia mischiato col rosso-bruno, ma nero puro e nero focato sono preferiti. Infine il Piccolo Brabantino ha gli stessi colori dei Griffoni con una maschera scura.
Essendo tre razze distinte, hanno tre CAC, tre CACIB e tre BOB. È da sapere che per molti Kennel Club, come quello americano e inglese si tratta, viceversa, di una sola razza che viene giudicata complessivamente, per entrambi i tipi di pelo e su tutti e 4 i colori (rosso, nero, black & tan e rossastro, vale a dire rosso misto a nero).
Mi viene spesso domandato se siano possibili incroci tra le tre razze. La risposta, almeno per il momento è negativa. Nel 2005 il CCC presentò un appello alla Commissione Tecnica Centrale dell’ENCI proprio per chiedere che venissero normate le possibilità di incrocio tra le tre razze in modo chiaro e univoco, stabilendo in quali casi fosse possibile rilasciare il pedigree. A seguito di tale appello venne stabilito, in via ufficiale, che è lecito e corretto rilasciare dei pedigree esclusivamente a seguito degli incroci che seguono:
Griffone Belga nero x Griffone Belga nero e Griffone Belga nero x Griffone Belga nero focato =
*Griffone Belga nero, Griffone Belga nero focato, Griffone rosso, Brabantino nero, nero focato, rosso
Griffone Belga nero focato x Griffone Belga nero focato =
*Griffone Belga nero focato, Griffone di Bruxelles, Brabantino nero focato, brabantino rosso
Griffone di Bruxelles x Griffone di Bruxelles =
*Griffone di Bruxelles, Brabantino rosso
Brabantino nero x Brabantino nero o x nero focato =
*Brabantino nero, nero focato, rosso
Brabantino nero focato x Brabantino nero focato =
*Brabantino nero focato, Brabantino rosso
Brabantino rosso x Brabantino rosso =
*Brabantino rosso

Si noti che, sebbene non siano leciti accoppiamenti tra due razze diverse, è possibile che da genitori di pari razza nasca una cucciolata di una razza differente.
Molti allevatori vorrebbero poter incrociare liberamente le tre razze, asserendo che l’accoppiamento ripetuto delle stesse varietà di pelo può portare ad un impoverimento della struttura complessiva del mantello. Se la popolazione di Griffoncini iscritti al libro genealogico dovesse, come auspico, aumentare sensibilmente, il Direttivo del Club Cani Compagnia ritornerà sicuramente su questa problematica.
Intanto, grazie ad una stretta collaborazione tra il CCC e gli organi ENCI preposti, sono state sbloccate le pratiche di cucciolate “stoppate” dai computer la cui intelligenza, è noto, è di insanabile rigidità. I sistemi informatici, infatti, non riuscivano ad accettare che da due genitori di pari razza nascessero cuccioli di razza differente. La nascita, per esempio, di un Brabantino da due Griffoni di Bruxelles veniva letta come impossibile. In effetti, sulla carta, è come veder nascere dei Collies da dei Chihuahua!
Questa eventualità dipende dal fatto che altri Kennel Club autorizzano accoppiamenti tra varietà diverse, accoppiamenti che lasciano traccia nel patrimonio genetico dei riproduttori. È da sapere che non tutti gli esiti sono possibili, per esempio non è possibile che nascano dei Griffoni Belga da dei Brabantini.
Per fare chiarezza, il CCC, in collaborazione con il professor Vergara, presidente del Comitato tecnico del CCC, ha elaborato lo schema (riportato nel riquadro) che regolarizzerà l’iscrizione dei soggetti all’albero genealogico e l’emissione dei regolari pedigree.

Riquadro: gli incroci

1) da RR x RR (entrambi i genitori Griffoncini pelo ruvido - omozigoti dominanti) solo figli RR, quindi Griffoncini pelo ruvido stesso genotipo dei genitori
2) da RR x Rr (entrambi i genitori Griffoncini pelo ruvido, di cui però uno portatore del pelo liscio) 50% RR e 50% Rr, cioè tutti Griffoncini pelo ruvido, ma il 50% della cucciolata sarà portatore del pelo liscio
3) da Rr x Rr (entrambi i genitori Griffoncini pelo ruvido, e portatori di pelo liscio) 25% RR; 50% Rr; 25% rr, cioè il 75% della cucciolata sarà costituita da Griffoncini a pelo ruvido che apparentemente saranno uguali, ma geneticamente saranno per il 25% omozigoti dominanti (RR) e per il 50% eterozigoti dominanti (Rr); il restante 25% sarà invece costituito da Brabantini a pelo liscio; il pelo liscio cioè, nascosto fino a questo momento dalla dominanza del pelo ruvido, avrà con la combinazione genetica rr la possibilità di ripresentarsi.
4) rr x rr entrambi i genitori Brabantini a pelo liscio, tutti i figli (100%) rr, quindi Brabantini a pelo liscio
5) rr x Rr (Brabantino x Griffoncino eterozigote portatore pelo liscio): 50% Rr (Griffoncini portatori pelo liscio) e 50% Brabantini
6) rr x RR (Brabantino x Griffoncino omozigote non portatore del pelo liscio) 100% Rr cioè Griffoncini portatori del pelo liscio.


Come valutare un buon soggetto? Il piccolo Griffone del Belgio attira per la sua caratteristica “faccia”, sia barbuta sia liscia, ma sempre con un cipiglio da piccolo diavolo!
La testa, piuttosto grossa rispetto al tronco, deve essere collocata su un collo forte e leggermente arcuato con un evidente salto nucale. Il tronco, il più possibile tendente al quadrato, presenta buona sostanza e buona deve essere la tornitura muscolare.
È importante che lo sterno sia prominente (uno dei difetti purtroppo oggi ricorrenti è l’assenza di questa caratteristica) e il garrese leggermente rilevato. Il dorso è diritto, una leggera arcuatura caratterizza il profilo della regione lombare; la groppa non deve essere molto inclinata, la coda si inarca verso il dorso senza toccarlo, il torace, ben disceso fino ai gomiti, vede coste ben arcuate ma non arriva a un torace a botte.
Arti diritti e in appiombo poggiano su piccoli piedi rotondi e raccolti nei quali le dita saldate tra loro costituiscono difetto. Il mantello, tranne che nel Brabantino, forma barba e baffi e una leggera criniera che sfuma lungo le spalle. È un piccolo cane il cui peso varia dai 3,5 ai 6 kg (non può pesare di più). Nonostante la piccola taglia, è un cagnolino che si muove con andatura possente e decisa.
Un consiglio? Accoglietene uno nella vostra vita!
Pietro Paolo Condò
&nsbp;

COMMENTI

.........io sò solo che ho avuto giacomina e giacino suo figlio era un brabantino alias forse grifone belga....bè debbo dire quando la mamma andava in calore........la rispettava.......era un'umano...........troppo cari.............troppi bei ricordi....ecco perchè lo rivoglio e lo cerco ma lo cerco come lui...........mantello focato.........quel muso da piccolo molosso quel carattere pronto a difendere il suo padroine..perchè di carattere ne hanno tanto.........giacomina quando mori mia madre era al suo finaco.e nessuno poteva cacciarla......mi sono permesso di portarli entrambi al cimitero.........cavolo piangevano.....andarono vicino alla tomba e leccarono baciarono la foto....................cavolooooooooooooo e non ditemi che non hanno sentimentooooooooooooo

scritto da anonimo - 17/04/2013 10.26.41 |

Scrivi un commento su questa pagina


Tuo nome

CUCCIOLI IN VENDITA
  • cuccioli di Bolognese
  • &nsbp;
&nsbp;
&nsbp;
&nsbp;

Allevamento Amatoriale di Casa di Peki
antonella colli
via Tortona 34c
16100 genova (GE)
Telefono: 0039 010 813339
Cellulare: 348 5161519

Visite: 151373
Designed by SitiPerAllevamenti.com