Articoli cinofili

 

La razza Maltese - (19282 visite)

il cane di razza maltese è classificato presso la fci (fédération cynologique internationale ) appartenente al gruppo 9 “ cani da compagnia ”, benché il suo nome ci induca a pensare che la sua origine sia dell’isola di malta, su quest’ultima la questione è molto controversa e da testimonianze raccolte dagli storici (citazioni, statuette o dipinti su vasi) si è giunti a stabilizzare la sua provenienza dai paesi del mediterraneo centrale e considerandolo tra i progenitori dei cani bichon (che includono: il maltese, bichon frise, bichon bolognese, lowchen, coton de tulear e l’havanese); il maltese è una delle tre razze autoctone italiane da compagnia. di certo è una razza molto antica che ha... continua a leggere....
 

La miniaturizzazione come pericolo ( ossia sui Toy, Teacup, Mini, Micro, Nani, Mosca ) - (20917 visite)

La miniaturizzazione come pericolo ( ossia sui Toy, Teacup, Mini, Micro, Nani, Mosca ) "pocket" e "tea-cup" dogs la moda dei cani miniaturizzati di valeria rossi “ho uno yorkshire toy” è sempre stata una della frasi-simbolo della “cuggineria” popolare in tema cinofilo. infatti solo i più sprovveduti credono ancora che lo yorkshire abbia taglie diverse: in realtà esiste un unico standard che prevede un peso massimo di 3,178 kg. i cani più piccoli sono yorkshire piccoli (e non nani o toy), mentre quelli più grossi non sono "yorkshire giganti", ma cani fuori taglia e fuori standard. punto e basta. purtroppo ciò che sembra semplicissimo sulla carta non lo è nella realtà dei fatti. provate infatti a cercare “yorkshire toy” su un qualsiasi motore di ricerca...e verrete le... continua a leggere....
 

Vari stadi nel lavoro dell'allevatore... (scherzo) - (12078 visite)

ridiamo un po'... 1. i miei cani sono più belli del modo ma anche cani degli altri sono molto simpatici. (principiante, tutto rosa) 2. non esistono cani meglio dei miei, quelli di altri fanno schifo (cecità completa) 3.o dio, i miei cani sono veramente terribili, basta allevare mi suicido. quelli degli altri sembrano molto meglio dei miei (disperazione) 4. evviva , finalmente riesco ad avere i cuccioli un po' più belli degli alti (ma manca qualcosa) 5. che forte i miei cani se non prendere in considerazione questo e quello sono di un certo livello, ma se butto dentro il sangue di quell' allevamento saranno proprio i migliori. (da questa stadia non si ritorna più indiet... continua a leggere....
 

Allergia ed intolleranza alimentare. - (21405 visite)

richard harvey, the veterinari centre, cheylesmore, coventry, regno unito (european diploma in veterinari dermatology) edward hall, mrcvs the university of bristol veterinari school, regno unito (direttore della division of companion animal studies, gasrtoenterologo) sabina domino – dott.sa, medico veterinario. l’allergia alimentare consiste in un esagerata reazione del sistema immunitario nei confronti di alcune particelle (allergeni) presenti nell’ alimento. a causa di alcuni squilibri del funzionamento del sistema immunitario, può accadere che l’organismo consideri queste sostanze, con qui è sempre venuto a contatto, come estranee e pericolose e metta in atto meccanismi in grado di e... continua a leggere....
 

La storia della razza WEST HIGHLAND WHITE TERRIER - (17465 visite)

La storia della razza WEST HIGHLAND WHITE TERRIER tra tutte le razze canine,che hanno la loro origine in scozia, la più popolare e attraente è un unica famiglia di cani bianchi, noti come il west highland white terrier . essi sono cacciatori piccoli e durevoli che meritano un particolare rispetto per la loro capacità di lavoro, il coraggio, la forza e la perseveranza.. nel tardo 19 ° secolo tale terrier erano indispensabili per i loro proprietari e erano ideali per la caccia di tassi, volpi, lontre e piccoli roditori che vivono nel terreno duro e roccioso . la storia di molte razze moderne è ben nota , basata su documenti antichi e scene d’ arte. ma questo non si applica ai terrier scozzese. la loro origine è vaga come sono “highland sc... continua a leggere....
 

Quali sono i controlli da fare al nostro Labrador prima di riprodurlo? - (17132 visite)

il labrador retriever, come la grande maggioranza delle razze canine esistenti al mondo, soffre di patologie ereditarie tipiche della razza cui appartiene, e, nella fattispecie: displasia delle anche, displasia dei gomiti, oculopatie (prcd-pra). la displasia dell'anca, sulla quale si trovano miliardi di informazioni sulla rete, è una patologia a determinismo multifattoriale (il 20% dell'influenza sulla sua comparsa è di origine genetica, il restante 80% è di origine alimentare, determinata dallo sforzo fisico e traumatica). ciò significa che non sempre è possibile stabilire se un cane sia displasico per genealogia o per altre cause. ad ogni buon conto, dal momento che non è possibile stabili... continua a leggere....
 

L'errore più comune di chi intende comperare un cucciolo... - (13876 visite)

ricevo numerosissime telefonate nelle quali mi viene chiesto prima il prezzo del cane e poi, se eventualmente piace (e nella maggioranza dei casi ci si ferma lì), il resto delle informazioni... e' un errore gravissimo basarsi solo ed esclusivamente sul prezzo, e ribadisco gravissimo. credo di non scoprire l'acqua calda quando penso che ognuno degli allevatori presenti su questo net hanno di certo lo stesso, identico, tarlo... un cucciolo non è solo un oggetto da acquistare, ma un essere vivente. il prezzo di un cucciolo proveniente da seri allevamenti, che selezionino con criterio, si basa solo ed esclusivamente sulla sua reale qualità, che comprende linea di sangue nella maggioranza dei ... continua a leggere....
 

Il Jack Russell terrier - (19643 visite)

Il Jack Russell terrier articolo scritto da valentina d'amico, titolare dell'allevamento dampuj (www.dampuj.it) origini il jack russell nasce in inghilterra quando appunto il reverendo russell (1795-1883) si accorse di non essere pienamente soddisfatto dai fox terrier dei suoi tempi. volle quindi creare lui stesso il cane perfetto per la caccia in tana. al reverendo interessava esclusivamente il lavoro e non l’aspetto estetico. mirò quindi solo all’aspetto funzionale del cane. serviva un cane corto sugli arti che riuscisse ad entrare in tana e a muoversi nel sottosuolo con scioltezza e con la giusta aggressività verso il selvatico. per ottenere tutto ciò sono... continua a leggere....
 

Il cane di San Bernardo - (19219 visite)

Il cane di San Bernardo articolo scritto da valentina d'amico, titolare dell'allevamento dampuj (www.dampuj.it) il cane di san bernardo, questo è il suo nome corretto, è il cane più conosciuto e amato in tutto il mondo. tutti sentendo il suo nome associano poi la sua immagine, un gigante buono sia fisicamente che caratterialmente, definito non a caso dagli inglesi “il santo” per omaggiare le qualità del cane che ha salvato più vite umane, ritrovando persone disperse sotto la neve e soccorrendo viandanti in difficoltà. origini   il cane di san bernardo è un molossoide e come tutti i molossoidi odierni discende quindi dal mastino tibetano che a sua volta discende dal primitivo canis familiaris inostranze... continua a leggere....
 

UNA CASA A MISURA DI CANE... - (17051 visite)

UNA CASA A MISURA DI CANE... chi decide di prendere un cucciolo di barboncino condividerà con lui anche lo spazio abitativo. alla base di una buona convivenza si pone una corretta relazione fondata sul pieno riconoscimento delle rispettive diversità legate all'appartenenza di specie diverse. se stà per arrivare un cucciolo è opportuno dedicare uno spazio dove collocare una morbida cuccia da interni con cuscino, la ciotola del cibo e dell'acqua e la cesta dei giochi in uno spazio abitativo tutelato dai rischi. per la massima sicurezza si possono mettere protezioni alle finestre e ai balconi . i primi sei mesi di vita del cucciolo costituiscono una tappa fondamentale nello sviluppo comportamentale ed è importante che i... continua a leggere....