LA COMUNICAZIONE VOCALE

lunedì 1 settembre 2014
 
LA COMUNICAZIONE VOCALE

   

La comunicazione vocale ha il vantaggio di poter essere impiegata per trasmettere messaggi su lunghe distanze e in situazioni in cui la visione è resa difficile, per esempio di notte o in zone a copertura vegetale fitta. Da parte loro,gli animali che ricevono i segnali vocali vengono informati sulla posizione spaziale che l’emittente occupa in quel preciso istante,cosa che non è sempre possibile nella comunicazione olfattiva.  I cani hanno un vasto repertorio di segnali vocali che vengono usati in una grande varietà di situazioni. Il segnale vocale più frequentemente utilizzato dai cani domestici è l’abbaio. Gli abbai vengono impiegati nella difesa, nel gioco, come festeggiamento, come richiamo isolato e come richiamo generale di attenzione. Tra gli altri segnali vocali, i brontolii vengono usati come richiamo di festeggiamento e come segno di soddisfazione, i ringhi a scopo di difesa, come segnale di guardia e di minaccia, i guaiti e i lamenti come segno di sottomissione, a scopi di difesa, di festeggiamento o come segnali di dolore. I diversi e specifici segnali sono dunque legati al contesto, nel senso che spesso veicolano messaggi molto diversi a seconda della situazione in cui vengono usati. 


 
claudia
greenvalleypinscher
Vai al mio blog

Visite (12767)