La prima notte nella nuova casa . . .

domenica 13 marzo 2016
 
La prima notte nella nuova casa . . .

Spesso la prima notte del nostro cucciolo nella nuova casa può essere un dramma, con pianti e ululati, si suggerisce quindi a prescindere, di adottare alcuni piccoli accorgimenti per evitare o comunque attenuare questa situazione, spesso traumatica per cuccioli e anche per i padroni. La prima accortezza è di portare una vecchia coperta, un asciugamano in allevamento quando ritiriamo il cucciolo e chiedere all’allevatore di metterlo per qualche istante nel luogo dove il nostro nuovo amichetto era solito stare, in modo che si possa “impregnare” dell’odore di quel posto e ritrovarlo, almeno in parte, nella nuova dimora, mettendo quello che avete scelto di utilizzare nella sua nuova cuccia. Prima di andare a letto portiamo la sua “tana”, cuccia, brandina o recintino che abbiamo scelto per lui nella nostra camera, vicino al nostro letto, in modo che il “pelosino” non si senta troppo solo. In caso il cucciolo si agitasse durante la notte basterà allungare una mano e rassicurarlo (si alle parole dolci, no al permesso di salire sul letto). Un’altra accortezza può essere quella di fornire un peluche (adatto ai cani) che sostituisca il calore e la sicurezza che gli veniva dai fratellini. Ad ogni modo ricordate sempre che è la prima notte del vostro amico nella sua nuova casa e ha bisogno di abituarsi al cambiamento e al distacco dal suo “mondo precedente”, quindi in ogni modo portate pazienza e cercate di rassicurarlo, rimanendo però “coerenti” con le vostre idee e con quello che vorreste poi insegnare al vostro cucciolo, rassicurarlo troppo, metterlo nel letto con voi potrebbe tradursi con il dover affrontare “drammi” ben più difficili da sradicare.


 
Andrea
CUCCIOLI e ALLEVAMENTI
Vai al mio blog

Visite (11945)