Quando il vostro AMICO arriva a casa . .

domenica 18 dicembre 2016
 
Quando il vostro AMICO arriva a casa . .

Quando il vostro AMICO arriva a casa . .

Quando arriviamo a casa la prima volta con il nostro cucciolo, dovremmo aver preparato per lui un angolino tutto suo, con una cuccia o una brandina, due ciotole e perché no un bel osso di pelle. • Come cuccia per i primi tempi si suggerisce sempre quelle in materiale plastico, per evitare che il cucciolo, avesse il vizio di rosicchiare troppo, rompa la cuccia e si possa far male con materiali dannosi (schegge di vimini, imbottiture varie, etc) • Come ciotole si suggerisce sempre ciotole in acciaio che sono più igieniche e meno rosicchiabili di altre. Fattogli scoprire la sua “oasi”, lasciate che il vostro cucciolo annusi e metta il naso un po’ da per tutto, deve ambientarsi e prendere confidenza con il nuovo luogo, probabilmente al momento si divertirà molto ad esplorare tutto, ma all’ultimo momento, potrebbe accadere che si trovi spaesato e cominciare a piangere. In questo caso parlategli dolcemente, fategli qualche carezza per tranquillizzarlo ma senza esagerare (questo vale per molte altre situazioni, non correte mai e prenderlo in braccio ogni qualvolta piange o ha timore, coccolandolo all’infinito, diventerebbe un’abitudine difficile da sradicare). Una volta ambientato il nostro nuovo amichetto tenterà subito di far emergere il suo temperamento, non permettete però che esageri, fategli capire sin da subito quali sono i limiti da non valicare, fermando ogni azione non voluta o esplorazione eccessiva, che potrebbe tradursi in danni. Dopo un po’ di ambientamento arriverà il momento della pappa, il primo giorno diamogli un pasto leggero e se mangerà poco non stupiamoci, ricordiamo che il cucciolo a volte a bisogno di tempo e probabilmente è solo ancora un po’ spaesato (buona norma è utilizzare lo stesso alimento utilizzato in allevamento). Se il nostro “pelosino” non mangiasse togliamo la ciotola e dopo un oretta la rimetteremo a disposizione, non incominciate a proporre al cucciolo bocconcini di varia natura, diversi e prelibati, questo è un sistema sicuro per allevare un cane viziato che vorrà conoscere il “menu” prima di mettersi a tavola e ci farà impazzire per trovare un alimentazione adatta.


 
Andrea
CUCCIOLI e ALLEVAMENTI
Vai al mio blog

Visite (3668)