CHI SONO IO , CHI SONO I MIEI CANI,COS'E LA MIA PROFESSIONE E LA MIA FILOSOFIA

 
CHI SONO IO , CHI SONO I MIEI CANI,COS'E LA MIA PROFESSIONE E LA MIA FILOSOFIA Sono nata e cresciuta con i cani. Mia madre ha sempre sostenuto che la migliore baby sitter che un bambino potesse avere era un cane ,il proprio cane ,compagno di vita. Il mio primo cane e’ stato break un meraviglioso pastore tedesco che mi e’stato al fianco per fino all eta di 15 anni. Tanta gente pensa che il cane sia sinomimo di , pappa, pallina e scodinzolamenti ,,, Il cane se vissuto come mia madre mi ha insegnato a viverlo e’ un grande maestro e complice della vita. Break mi ha insegnato a nuotare ,recuperandomi in acqua senza nessun tipo di salvagente e facendomi attaccare alla coda fino a quando non imparassi a galleggiare. Con lui ho imparato cosa sono le gerarchie e a capire cosa vuol dire rispettare il prossimo. E’stato un vero compagno di vita,il mio miglior maestro e il mio migliore amico…. Non mi ricordo di aver mai chiamato i miei genitori in situazioni di difficolta’ perche sempre ovunque e dovunque c’era il mio cane vicino a me!! Credo che il piu ‘ grande errore che un genitore possa fare e ‘ di non far crescere un figlio con un cane vicino che sicuramente e’ sinonimo di vita piu ‘ sana, di sensibilita’ maggiore e di rispetto verso il genere umano e animale . Nella mia famiglia ,donne comprese ,si e' sempre andati a caccia . La piu’ famosa nella mia famiglia e’ mia zia la sorella di mia madre,dove tanti dicono che ci assomigliamo… Anche lei come me ha scelto di scappare dalla citta ‘ per rifugiarsi ormai tanti anni fa , nella campagna toscana ,circondata da i suoi cavalli Lei e’ stata sempre una grossa cacciatrice dal pennuto al cinghiale e possiede una vera e propria armeria !!! Mio nonno materno nel 1937 gia'possedeva due weimaraner che provenivano dall'austria (cane inoltre riconosciuto come il piu' antico dei cani da ferma continentali) e dei cani da ferma continentali a pelo corto detti comunemente kurzhaar . Non sapevo di questo fino a quando un giorno mia nonna vide uno dei miei cani e disse che a mia madre…”ma ti ricordi che anche Umberto li aveva??”…Pensavamo fosse l eta’ che ogni tanto le faceva dare i numeri ..Infatti mia madre con aria insistente le rispose che suo padre aveva i bracchi e lei quella specie di pipistrello ,denominato buldog francese,!!Ci venne comunque la curiosita ‘ e andanno a scartabellare le foto di mia nonna.. Effettivamente ci remdemmo conto che poi tanto tronata non era, perche’ trovammo delle foto con mio nonno ed i suoi weimaraner..!! Ho avuto tanti tipi di razze di cani nella mia vita ma nel mio cuore ho sempre amato queste razze definite correttamente dal FCI, cani continentali da ferma di tipo bracco ed il mio sogno era di allevarli . Quando molti anni fa iniziai con questa mia avventura fu anche perche'forse inconsciamente volevo seguire le orme di mio nonno. Dai racconti di mia nonna venni a sapere che la prima "kurzhaar" di mio nonno si chiamava Iadi e i due weimaraner ,Elettra ed Azimut... Nomi strani per quell' epoca ma mio nonno come me aveva la passione della mitologia dell'astronomia visto che con “ il suo piede marino “ fondo’ uno dei piu’ importanti cantieri navali in Italia e dato che la stessa passione la possiede mio padre ,ingegnere industriale che un bel giorno inizio’ per gioco a scrivere veri e propri trattati di astronomia che sono diventati poi testi di studio, decisi cosi’di seguire gli entrambi di famiglia ...forse anche perche' in fin dei conti sono una persona che ama le tradizioni.... Prima di avere i miei cani “personali “ mi appoggiai ad alcuni allevatori che mi diedero dei cani da gestire e mi insegnarono come si alleva. Ebbi in affido per un po’ di anni due femmine di weimaraner e due femmine di “kurzhaar” Con loro imparai ad allevare a frequentare le esposizioni e a capire cosa si doveva fare per diventare allevatore con la A maiuscola. Con questi cani passai circa 6 anni della mia vita. … Nel frattempo , dato che ormai avevo deciso che nella vita volevo essere un allevatore , feci la gavetta per imparare al meglio . Per prima cosa partii per l Inghilterra , dove si sa, che se vuoi imparare al meglio questo lavoro , gli inglesi sono i miglior maestri nel campo. Passai un periodo presso un paio di allevamenti dove mi insegnarono come si gestisce un canile e come si alleva ,come si preparano i cani per le esposizioni e come si presentano. Tornata in Italia cominciai a frequentare campi di addestramento .che oltre ad impare come si educa un cane,imparai quello che Conrad Lorenz chiamava socializzazione del branco e allevatori seri che mi presero sotto la loro ala cercando per cercare di insegnarmi ancora tutto cio’ che riguardava la mia professione visto che volevo iniziarla nel migliore dei modi. Arrivo’ poi finalmente il giorno del mio primo cane….. Iniziai con i "kurzhaar"o meglio con Iadi ,una bellissima kurzhaar, unicolore marrone che il nome di una stella lo vestiva benissimo . Detto non solo da me ma da vecchi esperti della razza , una delle piu’ belle femmine che si abbia mai incontrato!!! Lei non era solo il mio cane ma era la mia spalla e la mia meta’ destra. Avevamo un rapporto piu’ che simbiotico . Una vera e propria guida spirituale! Subito dopo cercai un weimaraner Quando decisi di iniziare ad allevare i weimaraner ,naturalmente mi misi in cerca di una femmina,come ogni bravo allevatore dovrebbe fare. Prima mi documentai sulle diverse linee di sangue e quando trovai la cucciolata che ritenevo giusta per iniziare l ‘avventura, l'andai a vedere,... La cucciola giusta c'era ma l'amore a prima vista nacque per un cucciolo maschio con la stessa prestanza e bellezza che aveva il padre, cane vittorioso fino a quando non e’ scomparso all’eta’ di dodici anni ….., e la futura allevatrice in questione,grazie a Zia Telma , torno'quindi a a casa con lui..... Bux ,cosi' decisi di chiamarlo ,che nello slang di NY vuol dire cinque dollari ....un po' come in romanesco si definivano le 100 lire,.. Iniziai a partecipare a varie esposizioni canine in Italia e all estero, finalmente con i miei cani. . In Italia mi resi conto di una realta' che oggi e' difficile ritrovare … Tanta gente nel vedere questo cane grigio con occhi di ghiaccio e con coda integra (non ho mai tagliato una coda nella mia vita!) che da lontano poteva ricordare un cane da caccia rimaneva perplessa nel capire che razza fosse... Ogni luogo che frequentavamo la domanda ricorrente era : ma che razza e'?? Questo per fortuna all'estero non capitava tanto di frequente e cosi' negli anni riuscii a conoscere i vecchi allevatori sia del paese d’appartenenza della razza che d’altri paesi . In questo girovagare per allevamenti in vari paesi europei imparai le varie differenze morfologiche , funzionali e caratteriali della razza. Andai nel paese di origine della razza ,in Germania. I weimaraner tedeschi li scartai perche' sono selezionati soprattutto per il lavoro venatorio sulla caccia ad animali grossi, rischiando quindi di avere dei cani troppo mordaci e aggressivi per poi poterli inserire in un contesto familiare. Ma non dovuto dal fatto che il weimaraner sia un cane aggressivo , solo perche’ anni e anni di selezione per un tipo di lavoro venatorio cosi forte , ha ormai fissato il loro dna . In sostanza ,sono molto duri di carattere , quindi il termine aggressivo non va visto come un cane che puo’ essere cattivo ma duro e molto fiero e quindi difficile all’ inserimento in una famiglia dove ci sono dei bambini delle volte rompiscatole … E ' Vero che bisognerebbe scegliere la razza nel suo paese di origine ma alcune volte bisogna arrivare a dei compromessi per il quieto vivere. Andai a vedere quelli dei vari paesi dell'est ma anche li non mi convinse nè l'aspetto morfologico nè quello caratteriale , dato che ancora erano agli inizi della selezione. Visitai un paio d’allevamenti in Inghilterra e poi ...... decisi di andare a vedere i famosi weimaraner che considerati cani dei vip ,facevano parlare tanto . Mi resi conto che anche nei weimaraner gli americani avevano messo lo zampino ..... I cani americani a mio avviso ,nonostante il patito del tipo mi ha dato contro ma forse solo per mancanza di nozioni cinotecniche , hanno innanzitutto un dimorfismo sessuale difficile da capire se non si ha il cane vicino , inoltre tutti i cani che considerano piu' o meno belli o eleganti li selezionano sul movimento con lo stesso criterio che hanno con i cani da show quasi standardizzato con molte somiglianze con il barbone grande mole , annullando in molti soggetti la tipica andatura sciolta che ricopre il terreno come usa avere in questo caso un cane da caccia Inoltre avendolo fatto diventare un cane considerato negli anni 50 ottimo per il loro jet set sono riusciti a spersonalizzare il carattere annullando il loro istinto naturale venatorio cosa primaria che deve avere un cane da caccia anche se poi il suo destino sara’ quello di cacciare lucertole e di dormire sul divano …!!! Ma se si decide di allevare un cane che ha una funzionalita’ specifica , si deve cercare di conservare tali doti altrimenti consiglio di allevare cani da compagnia. Con l ‘occasione , spiego anche , che la voce comune che si dice che un cane con l ‘istinto venatorio non e’ adatto a vivere in casa , fa parte di quelle leggende metropolitane che credo sia giusto ed importante smentire! Praticamente , selezionare una razza con una funzionalita’ specifica e dimenticarsi di questa ,cercando di basarsi solo sul lato morfologico, significa spersonalizzare cio’ che si alleva. E anche se gli amatori di queste linee di sangue , stanno cercando di farli distinguere in questo , comunque sono cani lontani dal vero tipo di weimaraner. E se forse pur vincenti su un ring e’ perche’ purtroppo ormai si giudica solo esclusivamente su cosa fa spettacolo ma non sulla base dello standard di razza Meno male che ancora esistono Esperti giudici che giudicano secondo lo standard FCI. Insomma alla fine optai per le linee di sangue belga e francesi, come d'altronde e' il mio primo cane....un po’ come dire, alla fine si ritorna a i vecchi amori.... Cani funzionali,eleganti ,con caratteri equilibrati ,dove esiste visibilmente il dimorfismo sessuale. E cosi' iniziai.... Su come allevare seguii il metodo inglese ,ovvero come fissare "il tipo"di allevamento ,quindi quello che si chiama in-breeding . Ovvero un 'accoppiamento con due consanguinei I non addetti ai lavori quando sentono il legame parentale che c'e' in una monta inorridiscono perche' pensano ad un incesto ,in realta' nel mondo animale e' la cosa piu' normale che ci sia e nella selezione dell'allevamento serve per fissare quello che si chiama in modo tecnico "il tipo". L importante e’ spiegare che quando si effettua un in breeding,si devono esaminare tutte le patologie dei cani e vedere se nella linea di sangue ci sono delle mancanze. C’e’uno studio specifico sulla genetica , non sono cose improvvisate tanto per.. Fissare il tipo e’ come mettere una firma su cosa si sta allevando. Vi e’ mai capitato di incontrare un cane e riconoscere l allevamento di provenienza? Questo perche’ l allevatore negli anni ha voluto portare i cani della razza da lui allevata ad essere riconosciuta come suoi. E questo e’ il primo step che un ‘allevatore mira a fare.. Famosi sono svariati terrieristi , allevatori di dobermann e di retriever. Naturalmente ,dopo un inbreeding ,di solito si passa ad un outcrossing,ovvero una mancanza estrema di consanguineita'. Anche qua pero’ bisogna specificare che non l outcrossing si puo’ fare . Non e’ detto che due linee di sangue totalmente diverse portino per forza dei bei cani. Tra i profani quando si improvvisano a fare delle cucciolate e’ uso vedere i pedigree e pensare che se non c e’ nessuna parentela allora l accoppiamento e’ perfetto. Questo e’ un concetto sbagliato , una voce comune che porta molto spesso ad avere delle problematiche sulle cucciolate… Bisogna ricordare molto bene che con la genetica non si scherza!! Per fortuna essendo una razza abbastanza rustica per quanto mi riguarda non ho mai riscontrato grandi problematiche nel mio allevamento . In generale questa razza non ha grandi problemi di salute, data ancora la bassa diffusione Purtroppo pero’ sto notando che anche in questa razza c’e’ gente che si sveglia la mattina , mette su un sito internet , tre foto , scrive che i suoi cani sono campioni e si definisce poi allevatore…. La displasia dell 'anca e del gomito e' a dei livelli molto bassi e raramente si sono verificati dei casi di torsioni o dilatazioni gastriche. Sicuramente per quanto riguarda la torsione dello stomaco e' importante ricordare che spesso le cause sono o la linea di sangue o l esasperazione morbosa nell'ingigantire il weimaraner aumentando le lassità legamentose quasi a farlo diventare un piccolo alano dimenticandosi che e' un cane da caccia e quindi deve essere agile nel movimento e nella cerca. . Il suo punto debole è la pelle. È soggetto a eczemi e a piodermiti interdigitali, è pertanto opportuno controllargli periodicamente le zampe, lo stesso dicasi per le orecchie che necessitano di pulizia e controlli costanti. E visto che mi e’ capitato personalmente di cercare un confronto con altri allevatori ,per sapere le statistiche delle problematiche di salute , diffidate da tutti gli allevatori che vi dicono che non hanno mai avuto problemi di dermatiti nel loro allevamento.. Vuol dire o che non hanno cani o che non allevano o che vi stanno raccontando un sacco di frottole! Allevare e avere quindi dei cani e ‘ come vivere in un piccolo paese o in una comunita’… Sarebbe troppo bello se tutto il genere umano fosse bello e perfetto… Forse neanche ai tempi di Erode…. Quindi diffidate dai pazzi che allevano facendolo passare per il cane di moda il tipo di weimaraner denominato come BLU! Non e’ riconosciuto da nessun standard ufficiale e nessun paese del mondo lo riconosce come weimaraner!! Sono portatori di gravissime patologie ereditarie della razza!! Al momento l Italia e’ l unico paese d’ europa che possiede un ‘incosciente che sta selezionando questi cani e li vende come rarita’ . Attenzione perche’ significherebbe pagare un vero meticcio con la differenza che almeno i meticci sono sani! Spesso quando mi chiamano per un cucciolo , mi dicono che vogliono un cane bello ,perfetto e sano. Dal momento in cui sono diventata allevore riconosciuto FCI, ho firmato un codice deontologico . Il mio scopo e ‘quello di cercare di rispettare cio’ che ho firmato. Ma vorrei che non si dimenticasse che il mio lavoro e’ quello di selezionare al meglio cio’ che allevo e mai e poi mai vorrei vedere degli “errori “nella mia comunita ‘ canina ma sopra di me e’ importante ricordare che c ‘e’ madre natura che comanda e che decide…. Tutti quelli che non conosco il vero weimaraner ,cercano i colossi americani ,questa specie di giganti dove molte volte è difficile distinguere una femmina da un maschio. Nella mia politica di allevatore della razza sto cercando di fare cani in tipo ed in taglia insegnando alla gente che se una femmina non e' gigante come se la immaginano e' perche' l unica bibbia che deve seguire un allevatore professionista e lo standard del FCI ( federazione cinologica internazionale)che descrive il weimaraner un cane di taglia media . Lo standard di razza dice che la taglia del maschio va da 59 a 70cm al garrese e che della femmina va da 57 a 63cm al garrese ma l' altezza considerata ideale e’ di 62/67cm per il maschio e per la femmina di 59/63 cm. In generale l aspetto del weimaraner deve essere un cane da lavoro di belle forme ,nervoso e con forti muscoli ma con dimorfismo sessuale netto e deciso. Questo si distingue soprattutto nella testa . Come allevatore l importanza che do io alla testa e' evidenziare alcune particolarita' che caratterizzano il weimaraner rispetto agli altri cani di tipo bracco. La proporzione per la lunghezza della testa :un po' piu' lunga dal tartufo allo stop che dallo stop alla cresta occipitale. Il cranio che deve essere piu' largo nei maschi che nelle femmine e soprattutto lo stop deve essere marcato minimamente . Negli anni pero' ho imparato dai grandi allevatori che un cane vincente non si fa concentrandosi sulla tipicita' della testa ma bensi' anche sul tronco, nel movimento e sull'eleganza dell'insieme; insomma l'armonia.. L'ho provato sulla mia pelle e ho visto che era vero..... Sinceramente provo piu' emozione quando mi giudicano un cane in taglia con movimento elegante che quando tutto il giudizio e' concentrato in maggioranza sulla testa. Arrivare a selezionare in allevamento come si desidera non e' facile, ci vogliono anni di gavetta ! Purtroppo molti pensano di definirsi allevatore perche' "sfornano " una cucciolata dopo un 'altra ,senza nessun tipo di criterio o cosa ancora piu' facile comperano cani gia’ adulti per paura ed incapacita’ nella scelta di un cucciolo o magari nell’'est europa ,dove costano meno e magari ci si ricava di piu'.... …Ma questo non e’ allevare… Questi io non li chiamo allevatori ma detto in modo gentile commercianti di cani! Per loro l'importante e’ vendere e appagare le loro repressioni…! Selezionando la morfologia non bisogna dimenticare come ho gia ' detto il carattere. Ho scelto le linee belga /francesi perche' piu' inerenti al mio tipo di weimaraner,sia per la taglia ,sia per l equilibrio del carattere senza dimenticare le funzionalita' della razza visto che deve essere un cane versatile ,facile da addestrare,appassionato della caccia,non troppo vivace,affidabile e quindi equilibrato soprattutto con l'uomo. Il weimaraner rispetto a molti cani da caccia difende molto il suo territorio. Non sara' mai come un cane da difesa ,ma sicuramente ,forse anche a causa del suo "strano aspetto e colore" un po' di guardia specialmente con il suo abbaio con la voce grossa, la puo' fare. Ama molto la sua casa e il suo proprietario e diventa spesso un amore morboso ,delle volte anche angosciante!! Se si affeziona non molla un secondo e spesso capita che mentre si dorme ci si ritrovi incollato a noi un bambino grigio e peloso di 30 kg..... I miei weimaraner li ho portati ovunque, al mare ,in barca , in montagna e in giro per il mondo con me . Sono cani facili ,se come dico io , si e' nati per vivere con un cane un pò nevrile e da caccia... I cani da ferma in generale non sono cani per tutti,se non si amano profondamente si rischia di esaurire ! Conosco allevatori di altri gruppi di razze che quando capita che mi vengono a trovare ,dopo un po' mi dicono che non riuscirebbero mai a vivere con un cane come i miei!!!!!!!! Hanno bisogno di moltissimo movimento , di attenzione continua e di grande fermezza nel carattere di chi lo educa. Se si perdono questi consigli ,si rischia di avere un grosso devastatore in casa che come si apre la porta scappa dietro ai fantasmi,.... Amano molto la famiglia ed anche i bambini ,anche se io consiglio sempre ai neo acquirenti di prendere una femmina ,perche' rispetto al maschio e ' meno morbosa ,quindi non soffre di gelosie, e’ piu' equilibrata o meglio piu' facile da gestire con gli altri cani e con l'estraneo.. Attualmente sto percependo con dolore in italia sta capitando quello che accadde negli anni 50/60 in america . Ovvero si sta considerando il weimaraner un cane alla moda. Questo e' un grande problema ,primo perche' i commercianti che nonimavo prima stanno prendendo la palla al balzo e stanno distruggendo il mercato chiedendo dei prezzi esagerati . In realta' un cucciolo di weimaraner con linee di sangue di alta genealogia ,genitori esenti da displasia dell'anca,si puo' pagare massimo fino a 1500 euro ma deve essere un ottimo soggetto di allevamento selezionato e non una cucciolata improvvisata.. Ma naturalmente se un utente e’ in cerca di un cucciolo , nessuno mai dira’ che la cucciolata’ e ‘ stata improvvisata..come minino saranno tutti figli di campioni del mondo!!!:) Molto spesso mi capita che quando mi chiedono il prezzo per un mio cucciolo mi dicono che noi allevatori spariamo delle cifre esagerate per guadagnarci un sacco di soldi… In merito a questo ,visto che nessuno ha il coraggio di spiegare ,e’ opportuno dire che allevare con criterio e con passione non si diventa ricchi …anzi come si dice..e’ piu’ la spesa che l impresa!! Specialmente se poi non si segue la furba linea che fanno in molti ..cioe’ affidare un cane e gestirlo senza costi da lontano. Io i miei cani di allevamento non li affiderei neanche a mia madre. Solo perche ‘ amo allevare e amo quindi vederli nascere crescere vivere e pagare purtroppo anche lo scotto che arriva il giorno che mi lasciano fisicamente… Di quello che si mette in tasca un allevatore dopo aver consegnato un cucciolo ,resta molto poco… Allevare e’ una missione e una passione…Un lavoro bellissimo se si ama vivere con i cani , coscienti che ¾ della tua vita deve essere dedicata a loro( come dico io..l ultimo quarto e ‘ quando andiamo a dormire con uno spazio nel letto sempre risicato perche ‘spesso arrivano prima loro di te!!!) Una professione fatta di tanto lavoro e di costi enormi…e questo spesso la gente non se ne rende conto… Di grandissime gioie ma di dolori immensi.. Di vita sana e felice nei prati ma anche di malattie , cure , assistenza e di purtroppo morte… Una vita passata ad accudirli ,che non vuol dire solo dagli la pappa e portali fuori.. Vuol dire svegliarsi presto la mattina per andare a pulire i loro box , perche ‘ anche qua e’ giusto smentire le favole che molti raccontano che i loro cani non vivono in box, visto che come tutte le comunita’ non tutti si amano alla follia ,quindi la vedo molto difficile far si che un vero allevamento riesce a far stare tutti insieme i cani ,felici ed innamorati!!( ma per vendere il fumo la gente farebbe di tutto!!) E naturalmente anche per motivi igienici sanitari!!! Purtroppo per quanto mi riguarda ,gestire i cani cosi ‘ per me ‘ e’ un prezzo molto alto che devo pagare ma non c e’ allevamento serio e professionale che esista che non possiede un canile . Sarebbe bello averli tutti insieme a casa ma con 35 cani e piu ‘ , sarebbe un ‘inferno per loro e per me! I miei cani conoscono tutti casa mia ..ma ci vengono a turni di sei.. Normalmente fissi ci sono i piu’anziani e quelli che hanno bisogno di assistenza continua. E’ se un canile e’ costruito con i giusti criteri e pulito e disinfettato e’ sicuramente il modo migliore per far vivere un cane durante la notte o nei giorni piovosi e freddi. Significa prendersi cura di loro a 360 gradi,cercando di rendergli la vita piu ‘ bella possibile visto che nonostante tutti i sacrifici che si fanno loro ti danno tutto l amore che possiedono! Dietro alla vita di un cane c’e’ la nostra storia… Mi capita ogni tanto che mi chiamano perche ‘ vogliono far fare una cucciolata alla loro femmina… Spesso quando racconto l iter , perdono la fantasia… Belli i cuccioli quando si vengono a vedere eh?? Raramente si domandano del lavoro che c’e’dietro… Far nascere una cucciolata e seguirla e’sinomino di tanta gioia dal momento in cui esce il cucciolo , fino a spesso aiutare la mamma a rompere la placenta e tagliare il cordone ombelicale.. Ma non finisce li il gioco… Si passano giornate e nottate accanto alla cucciolata … Ci sono quelli forti che vanno da soli ma ci sono anche i piu’ piccoli che se non sono disvitali hanno bisogno di te che per farli ciucciare devi spostare quelli piu ‘ grandi . Poi puo’ capitare che c e’ il cucciolo che fino all’ultimo provi a salvare..delle volte ci si riesce ma delle volte la mano di madre natura ti ferma… E poi arriva il giorno dello svezzamento… Finalmente con aria soddisfatta la mamma se ne va in vacanza mollando tutto a te!!! I cuccioli ormai svezzati io li ho sempre definiti scherzosamente : mangia cacca danni e dormi!! Sono divertenti , mi diverto a mettere il naso in mezzo a loro quando tutti accoccolati si addormentano e si ninnano.. Man mano che li vedo crescere ,sono sempre piu’ buffi! Come sentono il mio fischio di richiamo corrono tutti intorno a me e mi seguono come se fossi un pifferaio magico..Anche a distanza di anni ,se incontro un mio cane allevato e gli fischietto ,molla il padrone e corre da me.. Ma come si sa , i cani non dimenticano!!! E tra dieci pulizie minimo al giorno e i loro quattro pasti si arriva al giorno della consegna alla nuova famiglia… E non e’ un bel giorno per me…anche se conscia che andra’ a vivere felice e che sicuramente non lo perdero’ mai di vista!! Un altro problema che si presenta in questi ultimi tempi e che mi ha portato a ritirare cani perche' i neo proprietari non erano in grado di gestire in modo equilibrato il loro weimaraner . Diventato un cane alla moda ,tutti vogliono "il cane grigio della pubblicita' " non sapendo come dico sempre che io,che e' un bel cane grigio con gli occhi di ghiaccio ma e' un normalissimo cane da caccia!" Quindi mi trovo spesso a ricevere questo tipo di telefonate e prima di convincermi a vendere uno dei miei cuccioli ,devono passare lunghissimi test. E quando dico di no, anche andando contro i miei interessi , visto che questa e’ l’ unica professione che svolgo e’ solo per un grande rispetto che ho per il cane e per il genere umano. Deve essere un piacere per il cane e anche per il padrone vivere insieme altrimenti diventa un ‘ incubo! Amo talmente tanto i miei bambini a 4 zampe che prima di pensare al mio guadagno mi preoccupo che la loro destinazione sia esattamente come la loro provenienza. Ovvero, averli fatti nascere e crescere come parte della famiglia ,felici di essere al mondo . Non potrei vivere senza la loro presenza...! Non a caso quasi tutti i proprietari che hanno adottato un mio cani mi hanno sempre detto che raramente nella loro vita e' entrato un cucciolo come i miei: felice a amante della casa!!!!! Prima pero' di consegnare il cucciolo alla nuova famiglia devono passare 60 gg dalla nascita se non 70 gg … Dipende se ritengo che il cucciolo sia pronto per lasciare l allevamento.. Questi due mesi sono divisi in vari periodi : quello dell'allattamento che di solito dura 25 gg , poi lo svezzamento fatto prima di omogenizzati per bambini ,latte di capra e uova con pastina all'uovo fino a pian piano arrivare alle crocchette . Il cucciolo viene venduto con due sverminazioni ,un vaccino ed il microchip . Il vaccino si fa nel weimaraner , perche’come tutti i cani con il gene blu non ha grosse difese immunitarie da piccolo ,verso i due mesi e non a 40 gg. Spesso mi e’ toccato litigare con certi veterinari ,che mi accusavano di non conoscere la medicina… La mia risposta e’ sempre e come al solito che un veterinario puo’ conoscere la medicina …quando la conosce…ma non e’ tenuto a conoscere le razze … Sicuramente me come tanti altri allevatore ne sappiamo spesso piu’ di loro su cio che alleviamo! Quindi la mia preoccupazione piu’ grande e’ sempre di raccomandare il futuro proprietario del cucciolo , che qualsiasi cosa ha il cane , di telefonare prima a me e poi valutare insieme il tipo di veterinario giusto Cosa molto importante a proposito: Non fatevi lavare il cervello che se non si sterilizza una femmina , sicuramente morira’ di cancro!! Basta con le guerre psicologiche solo per recuperare soldi ….!!!! La consegna del pedigree di solito per questione burocratiche enci non avviene prima dei 5o 6 mesi ... se va bene… Di solito ci mette anche un ‘anno… Credo che cosi' ho scritto piu' o meno la mia storia e la storia del weimaraner ,non volevo ridurmi al solito standard di razza ,quello si trova ovunque...ho solo provato a scrivere l'emozione che si ha quando si riesce con tanti sacrifici a realizzare i propri sogni . Oggi ho finalmente nel mio allevamento il tipo di weimaraner che sognavo e la cosa piu' bella che non l'ho comperato da nessuno ma sono riuscita a selezionarlo con gli insegnamenti che mi hanno dato i grandi maestri del campo ,ma questo e ' anche grazie al mio migliore amico di squadra: Bux! Grazie anche a molti allevatori esteri ,in particolar modo i belgi che mi hanno aiutato a capire molte cose e appoggiato ,riconoscendomi come allevatore professionale nella selezione del bracco di Weimar. Nonostante non porti piu’ stima verso di lui ,forse per colpa di alcune cure omesse ad un mio cane durante la chiusura del rapporto .E davanti la salute visto che a mio avviso fare il veterinario e come essere allevatore , ovvero e’ una missione, ringrazio comunque il mio ex ,il dott.Ferdinando Asnaghi che mi ha insegnato come si fa per riuscire ad allevare dei futuri campioni e dei soggetti piu’ che eccellenti e mi ha insegnato ad essere un ‘ottimo veterinario in caso di emergenze , tipo i parti e altre cure urgenti nonostante per un blocco psicologico verso il bisturi non abbia potuto conseguire la laurea.Grazie in particolar modo ad una persona specifica che ha realizzato il completamento dei miei sogni .... Molti anni fa in un raduno estero della razza vidi un weimaraner poco famoso e poco considerato . Insomma allevato da pochissimi amanti del tipo di razza. Riconosciuto come il cane dei falconieri: il weimaraner a pelo lungo. M' innamorai di quest'altro tipo di bracco di weimar ,non fui presa molto in considerazione ma non dando retta a nessuno decisi di mettermi alla ricerca di questo cane. Dopo ben 6 anni di ricerca in tutto il mondo ,grazie ad un allevatore estero ebbi la fortuna di realizzare il mio sogno . Una bellissima cagna a pelolungo. Talmente era l'emozione di avere questo tipo di weimaraner ,che Io insieme alla mia compagna di viaggio Iadi prendemmo la macchina e dopo avere guidato per 2000 km incontrammo Epsilon. L'allevatore,con cui oggi ho un rapporto di collaborazione ma soprattutto di amicizia,quando mi consegno’ la tanto sognata cucciola ,mi disse che era la prima volta che vedeva cosi’ tanta emozione. Quando gli dissi che grazie a lui avevo realizzato il mio sogno ,mi diede il cane e rispose : adesso e' diventato realta' E in cambio gli ho mantenuto la promessa che Epsilon diventava la femmina piu’ titolata della storia dei suoi pelo lungo. Certe cose nella propria vita non si possono dimenticare.... Attualmente sono l unica allevatrice italiana riconosciuta ad allevare i pelo lungo e ho l'onore dal club del weimaraner belga di cui sono socia ,di essere stata definita l'unica referente dei pelo lungo in italia per il belgio. La prima nella storia dell enci ad aver prodotto per l Italia una cucciolata di questo tipo di weimaraner. Naturalmente per una donna non e' facile entrare nel mondo della caccia e degli allevatori. Ci riuscii con tanta pazienza e costanza ,senza mai perdere la mia tenacia .. Forse per questo che alla fine mi aprirono le porte e mi diedero il benvenuto.. E ancora oggi so che su di loro potro’ sempre contare.! Km passati in macchina a girare da sola con i miei cani per imparare questa professione ,alzate a delle ore impossibili ma dopo tanti anni ,che ancora questo gioco folle mi diverte, mi rendo conto che ogni momento che passo in questa vita c'e' sempre qualcosa da imparare e da amare: il cane! Ora anche io nel mio allevamento come in quello che aveva mio nonno ho formato una bellissima costellazione,dove anche da me ci sono Elettra e Azimut ....e non solo loro..... Dedicato a tata e bux ,brenda ..e tutto il mio fantastico gruppo che mi segue e mi affianca tutti i giorni sia fisicamente che con il cuore ..e quando la notte alzo gli occhi e vedo che ci sono stelle piu’ belle delle altre , so con sicurezza che sono loro che mi guardano dall’alto.. Ma una cosa posso dire e forse mi prenderete per matta ma a me va bene cosi’ ..non c’e’ giorno che passa che non sento una di loro affianco a me ..e per un po’ riesco anche a vederla…!Io so che non mi hanno abbandonato e questa e ‘ la forza che mi fa andare avanti… Grazie di cuore alla Vedova Sigra Ercolani di avermi donato le vecchie foto dei cani del marito . Forse non tutti sanno ma il primo allevamento in Italia riconosciuto , non venne fondato come tanti pensano al nord Italia ma negli anni cinquanta nel cuore di una delle piu’ belle citta’ del nostro paese. A Napoli ! Il suo nome riconosciuto fci era Dominatorum !! E il nome ha un significato: Era in coppa a posillipo!! I suoi cani , grandi cacciatori ,provenivano dall’austria come la maggior parte dei cani di quell’ epoca. Un ultimo grazie e credo che al momento sia il piu importante ..Al mio attuale compagno ,Luca , che un bel giorno ha avuto la fantasia di “catapultarsi “nel mio allevamento non sapendo cosa gli aspettava…. Dalla vita cittadina romana, divisa tra studi di registrazioni e radio ha avuto la voglia e la fantasia di dedicare una buona percentuale delle sue giornate a tutto il mio zoo. Con la sua dote Franceschiana ha adottato tutti dandogli tanto amore e facendosi amare da tutti loro. Grazie di cuore di aver superato “la prova parto” che conscia che non e’ facile tu sei riuscito a non svenire in terra ma addirittura a far nascere dei cuccioli, seguendo poi la cucciolata nel migliore dei modi anche senza il mio vigile controllo!! E soprattutto un grazie enorme per esserti preso cura dei cani bisognosi ,del mio dolore ..fino alla quercia secolare…. Cecilia Sciubba Questa mia la concludo dicendo , diffidate dagli allevatori che parlano dei loro cani come se fossero dei trofei e diffidate di chi non ha una storia dietro …sicuramente e’ gente che purtroppo non ha il dono piu’ grande che qualcuno lassu’ ci puo’ dare..l ‘amore verso la natura e gli animali!
Cecilia
Scodinzolandia Kennel Enci /Fci

Visite (7135)

 

Crea un avviso per cuccioli di Weimaraner Annunci di vendita cuccioli di Weimaraner Tutti gli allevamenti di Weimaraner